Documenti da esibire solo alla prima dichiarazione

svolta dal nostro studio

  • Documento d'identità + tessera sanitaria (se dichiarazione congiunta entrambi i documenti anche del coniuge);

  • Codice fiscale del dichiarante e di tutti i familiari fiscalmente a carico;

  • Dichiarazione dei redditi presentata nell'anno precedente (Mod. 730 o Mod. Unico);

  • Ricevute eventuali acconti Irpef versati a giugno e a novembre 2017 (Mod. F24);

Documenti da esibire sempre

Redditi percepiti nel 2017

Lavoro dipendente, pensione, collaborazioni a progetto e altri redditi assimilati, lavoro autonomo

Documenti da esibire: modello/i di certificazione del reddito di lavoro dipendente, di collaborazione, di pensione, di lavoro autonomo, disoccupazione, mobilità, cassa integrazione, maternità, somme percepite dall’INAIL a titolo di indennità temporanea (CU 2018) relativo all’anno 2017, pensioni estere e altri redditi quali quelli derivanti da diritti d’autore, vendita di terreni a seguito di lottizzazione, cessione di immobili acquistati da non più di cinque anni, compensi percepiti per attività sportive dilettantistiche (se superiori a € 7.500,00).

  • Utili corrisposti da società: certificazione rilasciata dal soggetto che ha erogato gli utili. (mod. CUPE).

  • Assegno mantenimento del coniuge: sentenza di separazione del Tribunale + ricevute importi percepiti.

  • Fabbricati e terreni: canoni riscossi per immobili locati (se in cedolare secca copia del contratto). In caso di variazioni nella situazione degli immobili, intervenute nel 2017 o nel 2018, è necessaria copia dell’ATTO NOTARILE o della DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE; informare lo studio di eventuali decessi se si partecipa in qualità di eredi anche se non risulta ancora presentata la dichiarazione di successione.

  • Acconti: ricevute eventuali acconti Irpef versati a giugno e a novembre 2017 (Mod. F24).

Sopese sostenute nel 2017

Spese sanitarie

  • Spese mediche specialistiche, analisi di laboratorio: fatture o ricevute fiscali rilasciate dal medico o dalla struttura sanitaria;

  • Medicinali: scontrino fiscale parlante con natura, qualità e quantità dei prodotti acquistati e codice fiscale del destinatario;

  • Dispositivo medico con attestazione marcatura CE dir. 93/42/CEE;

  • Protesi (occhiali, apparecchi acustici, ecc.): fatture o ricevute fiscali o scontrino fiscale “parlante”;

  • Cure termali: fattura + prescrizione medica (per le spese fuori ticket);

  • Spese fisioterapiche e riabilitative: fattura (non serve più prescrizione).

Spese per portatori di handicap

Fatture per acquisto di presidi medici, assistenza domiciliare, assistenza specifica presso casa di cura, acquisto autoveicoli, acquisto cane guida + certificazione medica comprovante l’handicap, ad es. L.104/92.;

Assistenza personale per soggetti non autosufficienti

Fattura o ricevuta di pagamento o CU/buste paga badante + certificazione medica attestante la non autosufficienza (ASL o medico curante);

Spese veterinarie

Fatture/ricevute fiscali, scontrini fiscali per i farmaci;

Premi per assicurazione

Vita, infortuni dichiarazione dell’assicurazione attestante somma detraibile (per le assicurazioni infortuni e vita sono necessarie le dichiarazioni che specifichino la quota detraibile o la condizione di detraibilità);

Spese funebri

Fattura o ricevuta di pagamento;

Spese di agenzia immobiliare

Fatture attestanti i compensi pagati a intermediari immobiliari per l’acquisto dell’abitazione principale, per un importo non superiore a 1.000,00 €;

Interessi passivi per mutui

Per acquisto abitazione principale:

  • Atto di compravendita e atto di mutuo relativi all’abitazione principale (nel caso in cui non sia già stato fornito negli anni precedenti);

  • Dichiarazione della banca o quietanze attestanti interessi passivi pagati relativi a mutui ipotecari per l’acquisto dell’abitazione (si ricorda la possibilità di detrarre le spese notarili sostenute per la redazione del contratto di mutuo);

  • Contratto leasing e dichiarazione attestante somme versate nel corso dell’anno 2017.

Per la costruzione o ristrutturazione dell'abitazione principale:

  • Contratto di mutuo;

  • Ricevute quietanzate dalla banca;

  • Fatture relative ai lavori eseguiti;

  • Concessione edilizia;

  • Comunicazione inizio e fine lavori.

Spese per asilo nido e scuola d’infanzia (materna)

Fattura o ricevuta attestante la spesa per frequenza di un asilo nido (pubblico o privato) o scuola d’infanzia per bambini fino a 3 anni sostenuta dai genitori;

Spese per istruzione fino scuola secondaria superiore

Ricevute versamento tasse iscrizione, contributi volontari e obbligatori, mensa, servizi integrati;

Spese istruzione universitaria e specializzazione

Ricevute di versamento tasse iscrizione, tassa per test accesso e tasse per frequenza SSIS, master e specializzazioni;

Contributo scolastico (versamento effettuato a nome del genitore e NON DELLO STUDENTE)

Ricevuta della scuola o ricevuta di versamento postale/bancaria attestante la somma versata, la causale (innovazione tecnologica, edilizia scolastica o ampliamento offerta formativa);

Spese per attività sportive dilettantistiche dei figli tra 5 e 18 anni

Fattura o ricevuta di pagamento per iscrizioni o abbonamento ad associazioni sportive dilettantistiche, palestre, piscine o altri impianti sportivi;

Contributi previdenziali

Ricevute di versamento: assicurazione casalinghe, riscatto laurea, contributi INPS, ecc.;

Assegno periodico per l’ex-coniuge

Ricevute di versamento + sentenza di separazione + codice fiscale del coniuge;

Previdenza complementare

Ricevute di versamento a fondi di previdenza complementare (anche per familiari a carico);

Erogazioni liberali

Ricevuta di versamento postale o bancario o carta di credito a favore di: clero, Chiese, ONLUS, società mutuo soccorso, enti promozione sociale, ONG, ecc.;

Altri oneri

Ricevuta di versamento per Consorzi di Bonifica, assistenza sanitaria integrativa;

Spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio per le quali spetta la detrazione del 36% - 50%

Fatture e relativi bonifici bancari o postali + comunicazione all’ASL e ricevuta della raccomandata dell’invio (se dovuta). Per interventi condominiali: dichiarazione dell'amministratore condominiale. Per acquisto o costruzione di box auto pertinenziale: atto di acquisto, dichiarazione del costruttore con indicazione del costo di costruzione, comunicazione di inizio lavori.

Spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio per le quali compete la detrazione del 55% - 65%

Per detrarre queste spese sono necessarie le copie delle fatture e dei relativi bonifici effettuati, copia dell’asseverazione effettuata da un tecnico abilitato, copia dell’attestato di certificazione energetica o di qualificazione energetica, ricevuta dell’invio della documentazione richiesta all’ENEA;

Spese per il "Bonus Arredi"

Ricevuta/fattura delle spese sostenute per mobili o grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ (A per i forni) con documentazione da cui risulti il pagamento tramite bonifico o moneta elettronica (ricordiamo che tali spese sono detraibili solo per l’unità immobiliare in ristrutturazione). Per quanto riguarda il bonus mobili per le giovani coppie è necessario fornire anche documentazione che dimostri la convivenza da almeno 3 anni;

Canone di locazione per abitazione principale e per studenti fuori sede

Copia del contratto ai fini del godimento della detrazione che varia a seconda si tratti di contratto libero, a canone convenzionato, per giovani , se riferiti ad alloggi sociali (case popolari), per studenti fuori sede;

Video sorveglianza (Credito di imposta)

Fornire copia ricevuta/fattura relativa alle spese sostenute per le spese finalizzate alla prevenzione di attività criminali;

NEW: spese per acquisto o costruzione abitazioni date in locazione

Rogito acquisto o documentazione attestante la costruzione + contratto locazione durata 8 anni;

NEW: iva per acquisto abitazioni classe energetica A o B

Rogito acquisto da impresa + fattura impresa con importo iva applicata;